La simbologia e il messaggio dell’orso

L’orso è un animale totem importante nella tradizione degli Indiani d’America. La simbologia di questo animale ha affascinato molti. Dagli sciamani a varie correnti esoteriche. L’orso rimanda alla mente l’aggressività, la forza, ma anche il letargo. Lui rappresenta le energie nascoste della terra, la guarigione attraverso gli elementi la natura, la strategia, la caccia e l’arte della guerra.

L’orso come animale totem

Le qualità che incarna sono sia positive che negative. Le sue numerose sfaccettature lo hanno reso probabilmente uno dei totem più popolari tra gli uomini medicina d’America.

L’orso è coraggio, volontà e forza. Tutte caratteristiche eccellenti ma che possono essere sfruttate in modo negativo e portano alla ferocia e la malvagità. È così per l’orso, ma anche per molti uomini. Si tratta di un simbolo potente, spesso l’orso è raffigurato come il legame tra il cielo e la terra.

L’orso per gli Indiani d’America è:

  • La capacità di agire con coraggio
  • La ferocia, ma anche la tranquillità e l’introspezione. La forza soprannaturale che riesce a comprendere i misteri della vita
  • Colui che ciclicamente si riposa per cercare le risposte sulla propria esistenza, lontano dalla società
  • L’animale che si rifugia in una grotta per rispettare i cicli naturali, per prendersi il suo periodo di pausa e per purificarsi

Il messaggio del totem orso

L’orso in qualità di animale totem ci offre un insegnamento importante. Ci spinge ad affrontare la vita con energia e coraggio, a lottare per noi stessi e le persone che amiamo. Tuttavia ci insegna che ogni tanto occorre un pausa per ricaricarci e ascoltarci. Attraverso il silenzio e l’introspezione possiamo comprenderci veramente, capire quali sono i nostri reali bisogni.

Quando l’orso ci appare in sogno, lo fa per portarci messaggi da parte dei nostri antenati. Ci spinge a guardare dentro di noi, nella profondità della caverna. Solo così possiamo ricaricarci e dare una svolta alla nostra vita, avviando qualcosa di nuovo. E’ come se l’orso portasse in noi la forza ancestrale dell’umanità, dall’età della pietra a oggi. Uno stimolo a guardare dentro i nostri sentimenti.

Simbologia dell’orso nelle varie culture

L’orso per quanto ne sappiamo e secondo le mie fonti, è stato primo animale a essere adorato. Già l’uomo di Neanderthal, vissuto tra il 200.000 e il 40.000 a.C, lo venerava e seppelliva i suoi crani con quelli degli uomini.

  • Indiani d’America: il potere soprannaturale. Rappresenta quasi un dio, che assume ora le vesti del padre, del figlio, dell’amico etc.
  • Celti: l’orso rappresenta la Luna, è l’energia femminile e protegge la prole. Per i celti è antica la rivalità tra cinghiale e orso. Rappresentano la lotta tra i poteri del tempo quelli spirituali. I celti adorano il dio-orso, Artaios. E’ associabile al dio romano Mercurio. Sembra che il padre di questo dio fosse un orso.
  • Cina: l’orso è sinonimo di coraggio e virilità
  • Giappone: è la forza, ma anche la pazienza e l’eroismo
  • Greci: l’orso simboleggia le divinità. Un mito greco vede Zeus tradire sua moglie Era con la ninfa Callisto. Da questa unione nasce Arcade (fondatore di Arcadia). Era gelosa e vendicativa, trasforma la ninfa e suo figlio in due orsi. Zeus allora li trasforma in costellazioni così da metterli al sicuro dai cacciatori. Le costellazioni sono al centro del cielo, vicino al polo, dove il sole non tramonta mai. Così poteva averli sempre sott’occhio. Un’altra leggenda vede Callisto cedere alle attenzioni del Dio quando è trasformato in orso. Dalla loro unione nasce Arcade
  • Siberia e Mongolia: ritengono di derivare proprio dagli orsi, in realtà visione condivisa anche da alcuni popoli greci, come quelli dell’Arcadia. Una credenza che deriva dal fatto che noi, i nostri antenati e gli orsi, vivevamo tutti nelle caverne e tutti sapevamo camminare su due zampe. La credenza mongola vuole che noi discendiamo dall’unione di una donna e un orso. Tra i Gilyak, popolazione siberiana, quando un orso riesce a uccidere un cacciatore, questo entra nella belva. Si parla così di orso-uomo.
  • Alaska: vedono l’orso il simbolo lunare, perché proprio come la luna segue cicli ben precisi. Dorme per tutto il lungo inverno e riappare in primavera.
  • Ainu: che significa “uomini”sono un popolo che abita in un’isola giapponese. La storia degli Ainu ancora oggi è avvolta nel mistero. Presso di loro l’orso veniva allevato e anche allattato dalle donne della comunità, tirato su come un bambino. Dopo veniva ucciso in un rituale guerriero, dove gli viene ricordato che andrà tra gli Dei e gli viene chiesto scusa. Dopo viene mangiato completamente durante una cerimonia. Prima di tutto viene mangiato il fegato e bevuto il sangue.

Collegamento alle energie femminili

Il simbolo dell’orso è strettamente legato a quello della caverna, ma anche all‘albero sul quale è capace di arrampicarsi. Come abbiamo visto in molte culture è associato alla luna e il principio femminile, sacro in quanto protettore della gravidanza e del parto. Durante il suo ritiro nelle caverne infatti non va del tutto in ibernazione, il suo metabolismo si rallenta ma resta abbastanza sveglio. Le femmine infatti, riescono a partorire e allevare i piccoli dentro la caverna fino a quando l’inverno non giunge al termine.

L’orso infatti ci insegna che è proprio durante i periodi di ritiro e introspezione che possiamo avere le idee migliori e siamo capaci di portarle avanti con amore, così da farli diventare progetti concreti, che si sviluppano davvero nel giro di qualche anno. Proprio come i cuccioli di orso che restano con la mamma per un paio d’anni o tre.

L’orso come animale guida

Molti uomini hanno l’orso come animale guida, almeno in un periodo più o meno lungo della loro vita. Da un lato si rivela sanguinario e feroce, dall’altro invece possiede i poteri della guarigione. Chi ha l’orso come animale guida è una persona forte, preferisce rimanere in silenzio, la sua vita è basata principalmente sull’introspezione. E’ agire di corpo e di mente. Se è la guida di una donna, questa si dimostra particolarmente materna e protettiva.

Come un orso però sono spesso scontrosi e si lasciano prendere facilmente dalla collera. Sono persone che riescono a guidare gli altri, ma devono farlo sempre con dolcezza e soprattutto rispetto. L’orso però ama la solitudine e i suoi migliori progetti nascono quando da solo, si ritira nella riflessione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *